PERUGIA ASSISI BEVAGNA CITTA' DI CASTELLO DERUTA TODI GUBBIO LAGO TRASIMENO MONTEFALCO
Deruta / Cosa vedere

Le origini di Deruta rimangono in parte oscure, chiara è, invece, la sua bellezza architettonica, paesaggistica e le sue antiche tradizioni. La città è nota in tutto il mondo per le sue maioliche artistiche, un’abilità artigianale secolare che riempie di colore e creatività tutto il borgo.

La cittadina sorge su una collina che guarda dall’alto tutta la Valtiberina e, oltre alla ceramica, offre in realtà molti spunti per una visita turistica interessante e stimolante: dall’enogastronomia locale all’architettura delle sue meravigliose chiese e dei suoi monumenti, il borgo ha tutto ciò che si può desiderare per un esperienza turistica divertente e affascinante.

Da non perdere

Deruta offre l’occasione di poter ammirare (e acquistare) gli oggetti d’arte tra i più belli del mondo. La tradizione delle ceramiche di Deruta torna indietro fino al Medioevo, anche se la vera epoca d’oro delle botteghe specializzate nell’arte della maiolica risale al Cinquecento e si è diffusa prima in tutta la regione e, successivamente, in tutta la penisola.

Un affascinante esempio dell’abilità degli antichi artigiani è osservabile sui pavimenti della Chiesa di San Francesco a Deruta, ma anche nel resto della regione (Chiesa di Santa Maria Maggiore a Spello e la Chiesa di San Pietro a Perugia).

Ancora oggi, gran parte degli artigiani del luogo vive di questo antico mestiere ed i negozi di ceramiche sono essi stessi delle vere e proprie d’arte, grazie ai bellissimi decori ed ai colorati arredi in ceramica.

Per chi ha la fortuna di rimanere nel borgo per più tempo, alcune botteghe organizzano dei corsi per imparare a dipingere la ceramica.

I luoghi dell'arte

L’ingresso alla cittadina antica avviene attraverso le tre porte d’accesso storiche, ancora ottimamente conservate.

Una volta superata una di queste spettacolari porte fortificate, si apre alla vista un intrico di stradine e di vie facilmente ricollegabili, nella loro complessa articolazione caratterizzante dell’epoca medioevale.

Passeggiando per il centro storico si giungerà a Piazza dei Consoli, dove sarà possibile ammirare l’edificio che attualmente ospita il Municipio, con l’imponente torre trecentesca decorata con meravigliose bifore romaniche.

Da non perdere la Chiesa di San Francesco, il bellissimo Museo della Ceramica e la Pinacoteca cittadina che, tra le tante opere pregiate, ospita un meraviglioso affresco raffigurante i Santi Rocco e Romano del 1476, attribuito a Piero Vannucci (detto il Perugino). Sullo sfondo dell’affresco appare proprio la città di Deruta.

Eventi e festival

A Deruta mostre, manifestazione culturali ed eventi non mancano durante l’anno. Il Borgo è uno tra i più culturalmente attivi di tutta la Regione.

Per chi avrà la fortuna di visitare la città nel periodo di fine novembre, potrà assistere alla bellissima Festa di Santa Caterina d’Alessandria, patrona dei ceramisti e San Simplicio, patrono della città, una festa dedicata ceramisti, con mostre maioliche, concerti, rappresentazioni teatrali e sportive oltre alla premiazione in chiesa dei ceramisti più anziani del paese.