PERUGIA ASSISI BEVAGNA CITTA' DI CASTELLO DERUTA TODI GUBBIO LAGO TRASIMENO MONTEFALCO
Gubbio / Cosa vedere

Gubbio è tra le più antiche città dell’Umbria, meravigliosamente conservata nei secoli e ricca di monumenti. La città ospita capolavori architettonici che simboleggiano e richiamano la potenza di questa città-stato medievale.

Nella città dei ‘’matti’’ (così chiamata a per la proverbiale imprevedibilità dei suoi abitanti) è bello perdersi fra i vicoli in pietra che si inerpicano ai piedi del Monte Ingino, sotto il quale la sorge la città. I luoghi d’interesse non mancano: il bellissimo Duomo, Palazzo Ducale, il Teatro Romano e molto altro ancora. Davvero imperdibile la Festa dei Ceri, che si tiene ogni anno il 15 maggio, un evento unico che lascia chi vi assiste senza fiato.

Da non perdere

Quando si visita Gubbio non si può che partire dalla scenografica e panoramica Piazza Grande, una delle più belle d’Italia. La piazza ospita Palazzo dei Consoli, simbolo della città, realizzato in stile gotico a testimoniare l’importanza di Gubbio in epoca medievale. Al suo interno ospita il museo comunale, il ‘’campanone’’ e, soprattutto, le ‘’Tavole Eugubine’’, probabilmente il più antico e importante documento della storia dei popoli italici.

Per chi non soffre di vertigini, vale la pena salire sulla cima del Monte Igino (908 s.l.m.) utilizzando la funivia per ammirare la Basilica di Sant’Ubaldo, che ospita le spoglie del santo e i famosi Ceri.

Obbligatoria è, inoltre, una visita ad una delle botteghe dei fabbri, non difficili da trovare in giro per il borgo, dove ancora oggi si lavorano a mano i materiali incandescenti battendoli sull’incudine.

Non bisogna lasciare la ‘’città dei matti’’ senza aver fatto un giro al Parco Ranghiasci, area verde che si arrampica lungo le vecchie mura partendo da una delle antiche porte della città e che offre una delle migliori viste di Gubbio.

I luoghi dell'arte

Di fronte al Duomo sorge Palazzo Ducale, eretto nel secondo Quattrocento per volontà del Duca Federico di Montefeltro, di cui si può ammirare lo studiolo (copia fedele dell’originale esposto al Metropolitan Museum di New York) oltre allo splendido cortile interno composto da una serie di archi sorretti da colonne e capitelli decorati.

Fuori dalle mura, invece, vi troverete faccia a faccia con il bellissimo Teatro Romano, risalente al I secolo a.C. e restaurato fra l’Otto e il Novecento, che tuttora durante la stagione estiva è palcoscenico per spettacoli classici.

Di grande interesse sono anche la Cattedrale, Santa Maria Nuova (nel cui interno si può ammirare la Madonna del Belvedere dipinta da Ottaviano Nelli nel 1413), le Chiese e i Conventi di Sant’Agostino e San Francesco e la Chiesa di San Giovanni caratterizzata dalla bellissima facciata e dal campanile in stile romanico.

Eventi e festival

Il 15 Maggio è una data segnata in rosso sul calendario di ogni Eugubino. È infatti la data della mitica corsa dei Ceri, una delle feste più folli, caratteristiche ed emozionanti d’Italia.

I Ceri sono tre alti e pesanti manufatti in legno sormontati rispettivamente dalle statue di Sant’Ubaldo, San Giorgio e Sant’Antonio. Pesano circa 300/400 kg l’uno e vengono fissati su barelle ad ‘’H’’ tramite le quali i ‘’ceraioli’’ (10 per ogni ‘’manicchia’’ o stanga) li portano a spalla e di corsa per le vie della città fino alla Basilica di S. Ubaldo, sulla vetta del monte Igino. Il tragitto dove si svolge la corsa è lungo 4 km e, dettaglio non trascurabile, è tutto in salita.

La Festa dei Ceri è un evento unico nel suo genere, particolare in ogni aspetto ed ogni rito. Una festa sentitissima dagli abitanti di Gubbio e che lascia un ricordo indelebile a chiunque ha la fortuna di assistervi.