PERUGIA ASSISI BEVAGNA CITTA' DI CASTELLO DERUTA TODI GUBBIO LAGO TRASIMENO MONTEFALCO
Citta' di Castello / Cosa vedere

A città di Castello ‘’l’arte è nell’aria’’. C’è un’atmosfera irrefrenabile di una realtà sospesa tra la compostezza dell’arte antica e l’equilibrio della contemporaneità. Una città museo che raccoglie tesori d’importante valore artistico, appartenenti a tutte le epoche storiche, dal medioevo al rinascimento in una sequenza ininterrotta che giunge fino ai nostri giorni.

Molti sono i fattori che rendono unica la città: la struttura architettonica rinascimentale, la densità della popolazione, la posizione geografica e la parlata dialettale. È una città che, per la sua collocazione, è culturalmente molto legata alle regioni confinanti (Toscana, Romagna e Marche) oltre che alle diverse epoche storiche che hanno visto la sua nascita e il seguente sviluppo (Romanico, Medioevale, Risorgimentale).

Da non perdere

Tra le tantissime cose che è possibile vedere a Città di Castello non può mancare Piazza Matteotti, il ‘’centro del centro’’ della città dove si affacciano bellissimi palazzi sia in stile neoclassico che tardo rinascimentale.

A soli 10 km da Città di Castello,inoltre, vi è il Colle di Canoscio, sul quale regna il bellissimo tempio dedicato alla ''Madonna del Transito''. Un luogo in cui si ritempra il corpo e lo spirito e dov'è possibile ammirare l'affresco della Madonna del Transito, proveniente dalla cappella trecentesca attorno alla quale è stata costruita la Basilica.

Imperdibile è anche l'Abbazia Petroia, uno degli edifici romanici più importanti della regione, tra i primi esempi in Umbria di chiesa basilicale a tre navate. Secondo un uso diffuso negli ambienti monastici la Chiesa si sviluppa su tre livelli pavimentali, rappresentanti gli spazi per la preghiera riservati ai fedeli, ai monaci e al clero officiante. Sotto il presbiterio è ancora presente una bellissima e vasta cripta, risalente al XI secolo. 

I luoghi dell'arte

Nella Pinacoteca comunale sono conservate le bellissime opere di Raffaello, Signorelli e di Domenico Ghirlandaio, oltre a quelle di vari artisti della scuola umbra, toscana e marchigiana.

Non può mancare una visita all’Oratorio di San Crescentino. L'Oratorio si presenta come un vero scrigno d'arte che custodisce al suo interno un interessante ciclo di affreschi attribuiti a Luca Signorelli e la sua scuola. L'oratorio è dedicato al Santo soldato romano che, convertitosi al cristianesimo, venne condannato alla decapitazione dal prefetto dell'Etruria. Si trova a Morra, piccolo borgo al confine della Toscana, a metà strada fra Cortona e Città di Castello.

Città di Castello lega il proprio nome anche al grande artista del Novecento Alberto Burri, uno dei maggiori esponenti dell’arte informale italiana. Le sue opere sono esposte a Palazzo Albizzini e nei bellissimi Ex Seccatori del tabacco.

Eventi e festival

Nel borgo umbro eventi, mostre e feste non mancano mai durante tutto il corso dell’anno. Non si può, in questa sede, non dedicare un’attenzione particolare al bellissimo ed emozionante Festival delle Nazioni. Questo emozionante evento regala, da ben 47 anni, grandi esperienze artistiche e culturali, dando la possibilità a tutte le nazioni europee di proporre a un vasto pubblico le loro più significative tradizioni musicali, dedicando ogni anno a una di esse il proprio progetto artistico, culturale e musicale. Il Festival ha sempre contribuito alla diffusione della cultura del 900, affidando ai migliori compositori contemporanei la produzione di opere prime, dimostrando che è possibile e fruttuoso collegare la tradizione e le espressioni più innovative della musica. L’evento si tiene tutti gli anni tra la fine di Agosto e gli inizi di Settembre.